Incontro con il Nostromo Bartolomeo Spronelli dell'Ufficio Circondariale Marittimo

Incontro con il Nostromo Bartolomeo Spronelli dell'Ufficio Circondariale Marittimo

 

Il 22 e il 23 Marzo 2018 nei plessi Via Ambrosini e G. Saragat si sono svolti gli incontri di sensibilizzazione alla tutela dell'ambiente marino e al rispetto delle regole in spiaggia. Il Nostromo Bartolomeo Spronelli dell'Ufficio Circondariale Marittimo ha illustrato  i compiti della Guardia Costiera. Obiettivo della Guardia Costiera è la salvaguardia della  vita in mare. Per questo insieme al Comune di Anzio ogni anno prepara l'Ordinanza per la balneazione.

Serve l'aiuto di tutti  per sapere cosa serve ai bambini per sentirsi sicuri al mare e stabilire le norme utili per la prevenzione.

Per stare tranquilli al mare bisogna:

  • Scendere alla spiaggia solo quando si è in perfette condizioni psicofisiche
  • Non si deve sforzare il proprio fisico
  • Farsi il bagno sempre dove si tocca
  • Chiedere il controllo dei grandi
  • Nuotare lungo la riva
  • La boa bianca indicano il punto della profondità superiore a 165
  • La boa rossa segna il limite della balneazione.
  • Dopo una lunga esposizione al sole entrare in acqua gradualmente. (I maschi dopo la partita di calcio si buttano in acqua all'improvviso e fanno la capriola questo può causare uno svenimento. Bisogna invece mettersi un pochino all'ombra bere acqua a piccolo sorsi e poi fare il bagno. Le femmine invece sul lettino fanno la "cottura bilaterale" poi si alzano e si mettono sotto la doccia gelata... anche lì si può svenire. Si deve seguire invece la stessa procedura: mettersi sotto l'ombrellone, bere acqua a piccoli sorsi e poi fare la doccia).
  • Mangiare poco possibilmente frutta per non dover aspettare le 3 ore della digestione.
  • Non mettere a repentaglio la vita degli altri facendo il bagno con la bandiera rossa.
  • Non allontanarsi dalla spiaggia più di 50 metri con un gonfiabile.
  • Fare attenzione quando ci si tuffa dagli scogli. 

L'allarme degli squali viene dato da imbarcazioni o aerei o elicotteri che avvistano della loro presenza.

La guardia costiera tutela la salvaguardia dell'ambiente marino e la salubrità del pescato. Soprattutto per non far pescare il novellame e   provocare quindi l'estinzione delle specie.

Chi può vendere il pesce nel porto deve essere un marinaio dei pescherecci con   tesserino  di riconoscimento, tavolo, cassetta in plastica celeste con il numero di targa del peschereccio, la cassetta deve essere riutilizzabile. Il polistirolo è  pericolosissimo per gli animali e l'ambiente.

In ultimo la guardia costiera è  coinvolta nel salvataggio dei migranti in mare.

Dobbiamo lasciare il mondo migliore di quello che abbiamo trovato.

1

2

3

4

5

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter

Dal 2 giugno 2015 entra in vigore la COOKIE LAW. Il Garante per la Protezione dei dati Personali ha pubblicato il provvedimento n. 229 inerente la “individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie”. Il sito dell'Istituto Comprensivo Anzio I utilizza cookie tecnici e analitici. Per maggiori informazioni selezionare il pulsante Leggi l'informativa.